Archivi categoria: Poesia

Vaiolare d’occaso

M’affaccio dall’ombria della mia altana
a rimirare pispole e trogoni
che zirlan tra le luffe in fila indiana.

Tra acauli capitozze esinanito
s’incinqua già il gualano col pennato
ad ammassar fruscame appesantito.

Ma i nesci rai di luce son gregali
la sodaglia rorata è già a bacìo
quale seta aggueffata sui manali.